venerdì 11 aprile 2014

PANINI CON FARINA Q-MIX E LIEVITO MADRE








Sono in piena fase lievito madre, lo sto piazzando dappertutto. Tempo fa ho acquistato (ma non ricordo dove...sig!) la farina a marchio Celiafree "Farina Q-Mix" e l'ho voluta provare facendo dei panini. 
Gli ingredienti di suddetta farina sono: amido di frumento deglutinato, farina di riso, inulina, proteine di lupino, destrosio, zucchero, addensanti: idrossi propil metilcellulosa, carbossil metilcellulosa, farina di guar.

Apro il sacchetto e tanto per cominciare...profuma!...molto bene...
Apro il frigo e annuso il LM...profuma!...perfetto, posso proseguire tranquilla.
Guardo l'orologio è tardi! quindi non posso stare tranquilla, con il LM ci vuole troppo a lievitare, devo trovare un modo per fare prima...

 ©Panini con Farina Q-Mix©
  • 400 gr di farina Q-Mix
  • 300 gr di acqua tiepida
  • 200 gr di lievito madre (da frigorifero e non rinfrescato)
  • 2 cucchiai d'olio
  • 2 pizzichi di sale
  • 2/3 gr di lievito secco (solo se avete fretta come me)


Ore 8:00:  ho sciolto il lievito nell'acqua tiepida, mentre l'impastatrice girava ho aggiunto piano piano  la farina addizionata con 2 gr di lievito secco,  per ultimi l'olio ed il sale. Ho lavorato bene e a lungo l'impasto, poi l'ho messo a lievitare in una ciotola unta d'olio, coperta con una busta di plastica, dentro al forno appena tiepido (30° circa).
Ore 12:00: L'impasto era raddoppiato, ho infarinato un foglio di carta forno con un mix di farina di mais+ grano saraceno (ultimamente la mia farina da spolvero è questa) e ce l'ho scaravoltato. 
La cosa più difficile è stata la formazione dei panini, infatti con l'idratazione data è risultato un impasto molto appiccicoso,  impossibile da lavorare con le mani e quindi  mi sono aiutata con due spatole. 
Ho acceso il fornetto della pizza e mentre si scaldava ho lasciato riposare i panini per 30 minuti circa.
Ore 12:45: L'impasto era così molle che invece dei panini mi ero rassegnata a sfornare delle focaccine mooolto basse...e un po mi giravano le sfere!
Ho infornato e miracolosamente hanno iniziato a gonfiare come palloncini, stavo appiccicata al vetro del fornetto e li vedevo crescere a vista d'occhio!
Tempo di cottura 20/25 minuti ad alta temperatura.

Continua il trend positivo delle nuove farine (quanto sono contenta), questa è ottima! c'è solo da trovargli il punto giusto d'idratazione per poterla lavorare meglio.

Con questa dose ho preparato circa 10 panini...subito scesi a 2 perchè 8 ce li siamo fatti con: tonno e maionese, prosciutto crudo toscano, salame di grigio di Montemercole  e dulcis in fundo Angelina.

©appera



 

5 commenti:

Felix ha detto...

e perché questa è come la Glutafin e come la Revolution (confronta gli ingredienti, siamo sempre lì) perciò va idratata di meno altrimenti diventa crema.

Anonimo ha detto...

mhm "carbossil metilcellulosa": ho visto da qualche parte quella dicitura... ma non ricordo dove... se mi viene in mente, torno... peccato per i lupini, stanno ovunque ormai, ma sembra un'allergia in aumento, che stress, comunque vedo di suggerirla alla mia amica, che non frequenta volentieri i blog, ma di voi sa tutto, e... mi viene in mente che devo ancora recensire il secondo libro... ma tutto sommato non è mai troppo tardi per parlar bene dei libri, perché dei freschi di stampa tutti ne parlano, poi il tempo passa, ma gli estimatori non dimenticano. Un abbraccio e a presto.

Anonimo ha detto...

Ecco! Trovato! In Trashfood: http://trashfood.com/2012/01/18/la-cellulosa-nel-piatto/

Angela ha detto...

Nella mdp zero glu per fare i panini, quali farine e quale programma? Sono una nonna che ama cucinare per il nipotino celiaco. Me la cavo bene con i tortellini e le lasagne ma il pane è il mio punto debole!

Felix ha detto...

Segui il ricettario allegato alla macchina Angela, ed usa la farina Nutrifree per pane che si presta molto bene, rimane meno umida del Mix B e lievita meglio

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...