lunedì 28 giugno 2010

Sugo di pomodorini ciliegia



Sugo di pomodorini ciliegia
1 cipolla piccola
1 aglio
basilico abbondante
500 g di pomodorini ciliegia
1 cucchiaio di olio evo
sale e pepe

Tagliate la cipolla a fette sottili, sbucciate e tritate finemente l’aglio.
Fateli rosolare nell’olio caldo a fuoco basso per 5 minuti, non si devono colorire.
Unite i pomodorini tagliati a metà, il basilico, il sale e il pepe.
Cuocete a fuoco basso senza coperchio per venti minuti.
Non deve risultare acquosa, ma deve essere morbida.
Se non sopportate le buccette dei pomodorini potete passarla.
Ottima salsa per la pasta. Io ci ho cotto il riso.
Nella stessa padella che vedete in foto, ho aggiunto ai pomodorini cotti 1 tazza di riso carnaroli e 2 tazze e mezzo di acqua bollente.
Appena l’acqua si asciuga il riso è pronto, aggiustate di sale e servite

domenica 27 giugno 2010

Insalata di riso integrale con zucchine e peperoni

Un'insalata di riso freschissima e molto profumata quasi... a crudo!

Insalata di riso integrale con zucchine e peperoni
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 27 giugno 2007

250 g di riso integrale
6 zucchine novelle (sono quelle piccoline)
1 peperone medio - grande
1 mazzetto di prezzemolo
1 mazzetto di erba cipollina (più qualche filo per decorare)
200 g di champignon sott’olio
il succo di mezzo lime (in mancanza usare il limone)
olio evo, sale e pepe bianco

Lessare il riso integrale, poi passarlo velocemente sotto l’acqua fredda, lasciarlo scolare e metterlo in una ciotola. Tagliare le zucchine a fettine di 3 mm con la mandolina e ridurre il peperone a cubettini, preparare un trito con erba cipollina e prezzemolo. Unire il tutto al riso, unire anche i funghetti, condire con il sale, 2 cucchiai di olio, il pepe bianco ed il succo di lime. Pronta

Muffins ai Mirtilli

Ho preso di base la ricetta con glutine di Concetta dei Muffins ai Mirtilli....


Muffins ai mirtilli senza glutine
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 27 giugno 2008

250 g di farina senza glutine per dolci (io ho usato il Mix per impasti lievitati)
100 g di zucchero
10 g di lievito per dolci (come da prontuario Aic)
1 uovo
150 g di yogurt bianco
80 g di olio di mais
150 g circa di mirtilli
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
la buccia e il succo di mezzo limone

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti secchi, in un'altra sbattete insieme con una forchetta, l'uovo, lo yogurt, l'olio e il succo di limone.

Unite i due composti, mescolate con un cucchiaio di legno (non troppo), unite anche la frutta, l'estratto di vaniglia e la buccia del limone.
Mescolate poco (l'impasto non deve essere perfettamente liscio).

Versate nei pirottini o stampini da muffin riempiendo per 3/4 e infornate per 25 minuti circa a 175°

sabato 26 giugno 2010

Insalata di Riso Venere

Con il caldo a casa nostra si mangiano solo insalate di riso - piatto unico! Questa è una versione tutta "nera" senza altri tipi di riso... molto molto buona!

Insalata di Riso Venere
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 26 giugno 2007

300 g di riso venere
250 g di pomodorini
1 melanzana
160 g di tonno (io ho usato quello al naturale)
200 g di mozzarella
basilico
parmigiano
2 cucchiai di olio
sale e pepe bianco

Pulire e affettare la melanzana e grigliarla, poi tagliare le fettine a cubetti. Nel frattempo lessare il riso in acqua salata, il mio cuoce in 45 minuti, ma quello che si trova in commercio in 18 minuti. Tagliare a spicchi i pomodorini e metterli a scolare, fare lo stesso con la mozzarella. Quando il riso è pronto, passatelo sotto l'acqua fredda fatelo scolare, mettetelo in una ciotola ed aggiungete la melanzana, i pomodori e la mozzarella sgocciolati, il tonno a pezzettini ed il basilico. Aggiustate di sale, aggiungete un pizzico di pepe bianco e 2 cucchiai di olio. Al momento di servire aggiungete il parmigiano tagliato a listarelle. Questo riso stinge parecchio, quindi è diventato quasi tutto nero!

venerdì 25 giugno 2010

Krumiri senza glutine

Mi documento da un po' su questa ricetta, convinta che si facessero di sicuro con una parte di farina di mais e invece no! Sacre bleu! Guai! Mi sono letta con attenzione QUESTO topic su Coquinaria e così scopro che gli originali si farebbero con la farina di frumento di tipo 1 grano tenero. 
Vi scrivo intanto la ricetta per chi volesse provare con il glutine, proviene sempre da quel topic di Coqui ed è di Krumira 


350 gr farina 1 di grano tenero 
110 gr di burro (volendo se ne può aggiungere) 
140 gr zucchero 
1 uovo 
2 tuorli 
1 bustina vanillina 


Ammorbidire il burro, mescolare allo zucchero, unire l'uovo e i rossi, setacciare la vanillina e amalgamare tutti gli ingredienti. 
Passare il composto nella trafila per biscotti (tipo pastamatic o kenwood) a forma di stella, tagliare i bastoncini ottenuti, mettere su griglia del forno su foglio di silicone coperto di carta forno, infornare a 200°C ventilato e immediatamente abbassare a 180°C. 
Ma io che tanto la farina di tipo 1 non posso usarla ci ho messo lo stesso un po' di farina di mais   quella sottilissima della Nutrifree. 
Scrivo come ho rimaneggiato quella ricetta che vedete sopra 

Krumiri Senza Glutine


250 g di farina senza glutine per dolci (io ho usato 150 g di farina 3Pauly e 100 g di farina di mais sottile)
85 g di burro
85 g di zucchero
1 uovo intero
1 tuorlo
vanillina o estratto di vaniglia (anche se meno naturale sarebbe meglio usare la vanillina - come da prontuario - perchè il sapore diventa più simile a quello dei Krumiri)


Il procedimento è identico a quello che leggete sopra, io però dopo averli formati con il torchio del Kenwood forma a stella, ho infilato la teglia in frigorifero per circa 3 ore.
















Poi ho scaldato il forno a 190° e li ho fatti stare non più di 15 minuti.
Non saranno gli originalissimi, ma sono ottimi e friabili.

Se volete lasciare più morbido l'impasto in modo da farlo passare dalla bocchetta a stella del sac a poche, diminuite di 50 g la farina, ma aumentate il riposo in frigorifero (anche una notte) altrimenti in forno rischia di formarsi un biscotto unico.
Secondo me sono ancora più buoni se li gustate il giorno dopo
Ricetta da me inserita su Cis il 13 ottobre 2009

giovedì 24 giugno 2010

Cornetti salati al lievito madre senza glutine

La ricetta originale con il glutine è questa Cornetti Salati Di Pasta Brioche Al Lievito Naturale.
Sono molto buoni e morbidissimi, e sono rimasta soddisfatta dalla reazione del Lievito madre delle Simili senza glutine nell’impasto con burro e uova, che si è rivelato per niente acido, nessuna crosta dura e non ho sentito retrogusti di alcun tipo.


Cornetti salati al lievito madre senza glutine

Ingredienti
Ho dimezzato le dosi

175 g di lievito madre
1 uovo più tanto latte fino ad arrivare a 150 ml di liquidi in tutto (fatelo dentro un bicchiere graduato: rompeteci dentro l’uovo e poi unite il latte fino alla quantità indicata)
2 cucchiaini di zucchero
140 g di Farmo
70 g di Pandea
40 g di agluten per pane
40 g di burro
1 cucchiaino di sale

per il ripieno scegliete a piacere, io ho fatto:
mortadella (consentita dal Prontuario AIC)
provolone dolce

Ho sciolto il lievito madre nel composto di uovo e latte e unito lo zucchero.
Poi ho aggiunto le farine, il burro morbido a pezzetti, e il sale.
Ho fatto lievitare circa 5 ore… poi ho prelevato l’impasto che è piuttosto morbido, l’ho lavorato sulla spianatoia infarinata.
Steso a cerchio, tagliato a spicchi con la rotella per la pizza e farcito ogni spicchio con il formaggio e la mortadella.
Attenzione che l’impasto è molto delicato e potrebbe tendere a stracciarsi, quindi maneggiare con cautela
Fare lievitare ancora 2 - 3 ore in luogo tiepido.
Cuocere a 200° per 20 - 25 minuti finchè non prendono un bel colore.
Non li ho spennellati e si sono colorati lo stesso.















sofficissimi, grazie mille Iris!















Da me pubblicato su Cucinainsimpatia il 2 novembre 2008

Gelato al caffè

E anche queste ricette sono state realizzate con due diverse gelatiere...




Gelato al caffè

110 g di zucchero
20 g di glucosio
1 uovo intero
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
2 tazzine di caffè ristretto freddo
150 g di latte intero
150 g di panna
2 - 3 g di neutro per gelati (facoltativo)(del glucosio e del neutro per gelati - e di sue alternative come l’agar agar o la farina di semi di carrube - ne ho parlato con riferimento al gelato ai frutti di bosco)

Sbattete lo zucchero con l’uovo, il glucosio e la vaniglia, poi diluite con il caffè ben freddo, aggiungete il latte, la panna ed il neutro.
Se avete tempo fate riposare tutto in frigorifero e poi versate nella gelatiera… in 40 minuti è pronto.















e la ricetta precedente...


















3 tuorli
100 g di zucchero a velo
250 g di latte intero
200 g di panna
6 g di caffè solubile
5 g di vanillina

Sciogliete il caffè in un cucchiaio d’acqua calda e lasciatelo raffreddare. Sbattete i tuorli con lo zucchero, la vanillina, il caffè sciolto e il latte. Montate la panna e aggiungete il composto di caffè, mescolando delicatamente per amalgamare gli ingredienti. Versate il composto nella gelatiera e dopo 40 minuti circa
voilà

Gelato ai frutti di bosco

Sono due ricette realizzate con gelatiere diverse: una autorefrigerante e l'altra la classica per cui è necessario prima infilare il cestello in freezer...




Gelato ai frutti di bosco

350 g di frutti di bosco freschi misti (fragoline, lamponi, mirtilli, more)
100 g di zucchero
20 g di glucosio (se non si ha il glucosio fare 150 g di zucchero in tutto)
il succo di mezzo limone
160 g di panna fresca da montare
2 - 3 g di neutro per gelati (facoltativo)


Frullare tutti gli ingredienti (se avete tempo fate riposare in frigorifero) e versare nella gelatiera, in 40 minuti è pronto.

L’uso del glucosio serve a non fare indurire il gelato quando lo si ripone in freezer (funziona!)
Il Neutro per gelati è una miscela di sostanze addensanti: quello che ho io, (preso da Castroni, non ha spiga barrata e quindi è una scelta personale il suo uso) contiene amido di mais, destrosio, carragenine.
Serve anche questo a dare al gelato la densità giusta, è uno stabilizzante, evita che in freezer si formino i cristalli di ghiaccio dovuti all’acqua contenuta nel composto.
Si può sostituire con la farina di semi carrube che stabilizza a freddo, oppure con l’agar agar nella misura di 1 cucchiaino per 500 ml di composto.
Solo che l’agar agar si attiva a caldo, quindi occorre scioglierlo prima in una piccola quantità di latte o panna intiepiditi e poi aggiungere tutto al resto del composto.
Io ho provato anche l’agar agar (ho usato quello in polvere della Rapunzel, ditta che contattata lo ha garantito come privo di glutine) e funziona benissimo.

e l'altra ricetta...
Eccolo appena uscito dalla gelatiera















250 g di frutti di bosco freschi o surgelati senza zucchero
125 g di zucchero
1 cucchiaio di succo di limone
200 ml di panna
100 ml di latte intero

Pulite o scongelate completamente i frutti di bosco, quindi riduceteli in purea (vi consiglio se usate quelli surgelati di eliminare il liquido che si formerà dopo lo scongelamento) con lo zucchero e il succo di limone. Aggiungete il latte e la panna e mescolate bene per ottenere un composto omogeneo. Versate il composto nella gelatiera e in 40-45 minuti il gelato è pronto.

Insalata di Riso Arlecchino

Bella, allegra e gustosissima insalata di riso...


Insalata di riso arlecchino
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 24 giugno 2007


150 g di riso selvaggio (altrimenti riso venere)
300 g di carnaroli
4 uova
4 cucchiai di latte
2 cucchiai di parmigiano
200-250 g di pisellini
250 g di pomodorini
1 pugnetto di fagiolini
200 g di carotine
2 porri piccoli
1 peperone grande
olio
aceto bianco
sale e pepe


Bollire separatamente i due tipi di riso, il riso selvaggio cuoce in circa 55 minuti. Mescolarli insieme in una terrina e condirli con due cucchiai di olio, un cucchiaio di aceto, sale e pepe. Preparare una frittatina con le uova, il latte, il parmigiano, farla freddare e tagliarla a losanghe. Tagliare i pomodorini a spicchi e metterli a scolare per far perdere l’acqua di vegetazione. Cuocere a vapore i pisellini, le carotine novelle, i fagiolini. Tagliare a piccola julienne il peperone ed il porro a rondelle sottili. Mescolare insieme le verdure cotte a vapore, il peperone, i pomodorini e il porro e condire con 4 cucchiai di olio, 2 di aceto sale e pepe. Unire queste verdure al riso, aggiungere le losanghe di frittata e mescolare. Pronta.

mercoledì 23 giugno 2010

Grissini al rosmarino

I grissini li avevo provati qualche tempo fa, ma poi non li avevo più rifatti perchè in famiglia non me li chiedono quindi, per una volta tanto che mi lasciano in pace, io non vado di sicuro a stuzzicare il can che dorme :)...adesso però la mia piccola Mariafiore, che è in vacanza dalla scuola e tutto il giorno non sa cosa fare (beata lei!), mi ha chiesto di poter preparare insieme qualcosina di buono e così questi mi son sembrati l'ideale per divertirci un po.

Ingredienti:

250 g mix di farine senza glutine nella variante Glutafin
170 g acqua
1 C Brot-mix- Schaer
5 g lievito di birra secco
10 g strutto
1 c zucchero
1 c sale
1 rametto di rosmarino

In una ciotola ho fatto sciogliere il lievito secco nell'acqua tiepida con il cucchiaino di zucchero,ho miscelato la farina con il Brot-mix, il rosmarino tritato finemente e il sale iniziando ad impastare con le frustine a spirale, per ultimo ho aggiunto lo strutto continuando ad impastare per una decina di minuti.Messo a lievitare per un ora e mezzo circa.Ho diviso l'impasto a pezzetti (si lavora benissimo anche senza infarinarsi le mani) formando dei bastoncini e li ho fatti riposare,nel frattempo ho acceso il forno a 200° con la leccarda dentro.Quando il forno è giunto a temperatura ho infornato e lasciato cuocere fino a doratura.

Questa è la ricetta che avevo provato precedentemente pubblicandola su Cucinainsimpatia il 27/Feb/2008



Ingredienti:
• 200 gr di acqua
• 200 gr Farmo
• 100 gr Mix B
• 1 c di farina di grano saraceno
• 1 c di malto di riso
• 10 gr di strutto
• 1/2 c di sale
• 15 gr di lievito di birra


Procedimento
• In una ciotola lavorare bene tutti gli ingredienti (io con ganci impastatori di un semplice mixer)
• trasferire tutto l'impasto nella Macchina del pane,programma impasta e lievita
• prelevare l'impasto che risulterà ben lavorabile anche senza infarinarsi le mani
• dividere l'impasto in piccoli pezzetti e formare i grissini (ne vengono circa 20 piuttosto grossi)
• far rilievitare 5/10 minuti non di più
• spennellare i grissini con una emulsione di olio e acqua e nel frattempo portare il forno a 200°
• infornare fino a che non sono belli dorati (circa mezz'ora o più)

Crescente Senza Glutine

Questa è la ricetta della tipica crescente di Bologna è una focaccia molto grassa che, secondo me, può servire da pasto completo, in effetti tra l'impasto di pane e la carne che c'è dentro costituisce un praticissimo esempio di take-away tradizionale.Dovrebbe essere più alta di come l'ho preparata io, che la preferisco bassa, ma si può ovviare facilmente mettendola in una teglia più piccola della mia (35X24).Non vi posso dire quanto è buona...la dovete solo provare!


Ingredienti
  • 250 gr di mix farine per pane nella variante Glutafin
  • 200 gr di acqua tiepida
  • 30 gr di strutto
  • 30 gr di olio EVO
  • 4 gr di sale
  • 10 gr di lievito di birra secco (volendo si può diminuire)
  • q.b. di prosciutto cotto a dadini consentito dal prontuario AIC (ho messo 80 gr circa)
  • q.b. di salame a dadini consentito (ho messo 90 gr circa)
  • 1 c di zucchero

Procedimento
Ho sciolto il lievito secco e lo zucchero nell'acqua tiepida, ho unito la farina ed impastato fino a che si è amalgamato bene il tutto poi ho unito l'olio, lo strutto, il sale ed ho impastato ancora molto bene, infine ho aggiunto il prosciutto cotto ed il salame a dadini lasciando lievitare per 1 ora abbondante.Ho unto una teglia da forno e ci ho scaravoltato l'impasto stendendolo con le mani bagnate ad una altezza di 2 cm circa.Ho acceso il forno alla minima temperatura (30°) e vi ho messo dentro una pentola con dell'acqua bollita e la teglia scoperta (ottenendo così una super-veloce-lievitazione al vapore) per 45 minuti circa.Cottura in forno a 220° per 30 minuti circa.


Qui di seguito vi metto anche la ricetta che pubblicai il 07/Apr/2009 su Cucinainsimpatia nella versione con rosmarino, tratta dalla ricetta originale delle Sorelle Simili e riadattata da me senza glutine...
anche questa buonissima...una tira l'altra



Ingredienti:
• 130 gr di Farina MixB
• 90 gr farina Farmo/Coop
• 30 gr Agluten
• 15 gr di strutto
• 30 gr di burro
• 200 ml acqua
• 12 gr di Lievito fresco
• 30 gr d'olio EVO
• 4 gr di sale
• 1 cucchiaio e mezzo di rosmarino tritato finemente


Procedimento
• Ho impastato le farine,l'acqua e tutti gli altri ingredienti insieme
• messo a lievitare per 50/60 minuti
• senza lavorarlo ho messo l'impasto nella spianatoia infarinata e l'ho schiacciato con le mani anch'esse infarinate portandolo all'altezza di 1cm circa
• ho tagliato delle strisce lunghe come un dito e larghe 2/3 cm (non riesco mai a farle tutte uguali)
• le ho fatte rilievitare 20 minuti spennellandole con olio evo
• nel frattempo ho acceso il forno a 190° e le ho fatte cuocere circa 20 minuti

Filmjolkslimpa (Pane con yogurt senza glutine)

Ricetta dal nome impronunciabile  è un pane scandinavo che si traduce in pane con yogurt. L’ho trovata sul sito Schar senza glutine e l’ho completamente riadattata alle farine che uso di solito per il pane.
Ve lo lascio così come l'ho realizzato le prime volte sia al forno che cotto nella macchina del pane.
Ha sempre riscontrato un certo successo


Filmjolkslimpa (pane con yogurt) senza glutine

Ingredienti
260 g di farina Agluten
300 g di yogurt bianco (io ho usato quello Yomo da 500 g bianco magro)
30 g di burro morbido
10 g di lievito fresco
1 cucchiaino scarso di sale
20 g di zucchero di canna
1 cucchiaino i semi di finocchio (io non li ho messi)
Semini misti tra semi di girasole, sesamo, zucca (sono facoltativi)

Introdurre nella macchina del pane lo yogurt, il burro a pezzetti, il sale, lo zucchero,  se volete i semi di finocchio, la farina e per ultimo il lievito. Impostate il programma impasta e lievita. Quando la macchina ha terminato, prendete l’impasto e versatelo in uno stampo da plumcake foderato da carta da forno inumidita e fatelo lievitare ancora un’ora nel forno tiepido. Trascorso questo tempo spennellate il pane con del latte ed aggiungete i semini misti, se non vi piacciono non metteteli, ma spennellate lo stesso il pane. Cuocere in forno a 200° per 30 m. circa avendo l’accortezza di mettere dentro al forno anche una ciotolina termoresistente colma d’acqua.

L’impasto















L’interno










Il pane è ottimo. Ultramorbido e buono si adatta bene sia con il salato che con il dolce
P.S. : l’acqua non l’ho dimenticata, proprio non c’è si impasta solo con lo yogurt

Variante al 2 Agosto 2009: impasto e cottura nella macchina del pane
















200 g di yogurt (non ho fatto tutto yogurt perchè non mi bastava)
70 g di latte
30 g di acqua frizzante
30 g di burro morbido
1 cucchiaino scarso di sale
20 g di zucchero di canna
1 cucchiaino si semi di finocchio
140 g di Mix B
60 g di Farmo
50 g di Pandea
10 g di lievito di birra fresco
semi di lino (facoltativi)
latte per spennellare

Introdurre nel cestello gli ingredienti nell’ordine dato in ricetta, separate il sale dallo zucchero e tenete lontano il lievito dal sale.

Programma base crosta media.

Alla fine dell’ultima lievitazione, poco prima che inizi il programma cottura spennellate molto delicatamente con del latte e unite i semini di lino.












E’ sempre un pane squisito, che a me piace tantissimo

p.s. raccomando a chi ha il cestello in verticale di diminuire un poco il lievito (metterne circa 5 - 6 g almeno adesso che è estate) altrimenti il pane si affloscerà al centro formando un cratere

martedì 22 giugno 2010

Pane Matlouh Senza Glutine

Un pane comodissimo per il periodo estivo, soffice… 

Pane Matlouh Senza Glutine
Ricetta da me inserita su Cis l’11 maggio 2009

ho dimezzato le dosi rispetto alla ricetta in basso

195 g di acqua
10 g di olio
1 cucchiaino di sale
140 g di Mix B (se non avete problemi di intolleranza al lattosio potete usare anche il Mix di farine dietoterapeutiche per pane e focacce nella variante con la glutafin, in questo caso aumentare di circa 5 g l’acqua)
60 g di Farmo
50 g di Pandea
4 g di lievito secco (mezza bustina di quelle che si trovano nella farina Pandea)

Ho messo gli ingredienti nella macchina del pane prima i liquidi e poi i solidi e per ultimo il lievito ed ho programmato impasta e lievita. Al termine mi sono infarinata le mani ed il piano di lavoro ed ho preso l’impasto leggermente appiccicoso, ma che si lavora molto bene l’ho diviso in due parti. Poichè lievitano bene potete schiacciarlo di più di quanto ho fatto io, oppure formare più di due pani.
Ho schiacciato con le mani e l’ho rimesse a lievitare dentro il forno spento per 50 minuti circa.






Questa volta l’ho cotto nel testo per le piadine, l’ho arroventato bene, poi ho abbassato la fiamma e fatto cuocere circa 5 minuti per lato, non deve bruciarsi e deve cuocersi dentro.














Molto morbido, con leggera crosticina, è buonissimo e l’ho trovato in rete con l’aggiunta di tanti semini di sesamo.
Perfetto in estate quando c’è caldo e non ci va di accendere il forno

e questo è il vecchio esperimento...















Ricetta da me inserita su Cis il 4 maggio 2007
Ingredienti

400 g di farina Farmo
100 g di farina agluten
325 ml di acqua
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaio d’olio
1 bustina di lievito secco

Ho messo gli ingredienti nella macchina del pane prima i liquidi e poi i solidi e per ultimo il lievito ed ho programmato impasta e lievita. Al termine mi sono infarinata le mani ed il piano di lavoro ed ho preso l’impasto che si lavora molto bene l’ho diviso in quattro parti. Ho schiacciato con le mani e l’ho rimesse a lievitare dentro il forno spento per 50 minuti circa. Ho acceso il fornetto Ferrari quello con la pietra refrattaria per la pizza e l’ho cotto lì.
L’interno così si vede meglio

lunedì 21 giugno 2010

Pane alla ricotta senza glutine

Nel corso degli anni l'ho provato tante volte (rientra tra i miei vecchi esperimenti con svariate farine) ed ho pensato di rifarlo con il mix per pane sperando mi riuscisse meno umido rispetto a come mi è sempre venuto. Finalmente lo è! E' morbidissimo, profumato, si mantiene molto molto bene per due giorni (io lo consumo senza scaldarlo).
Il sapore della ricotta si sente, ma il grado di intensità dipende dalla ricotta che usate... la mia era delicata e quindi si sentiva il giusto.
Vi lascio le vecchie ricette, se vorrete adattarle con il mix per pane che usiamo noi son sicura che riusciranno bene




Pane alla ricotta senza glutine

500 g di Mix per pane nella variante con la Glutafin
310 g di acqua tiepida
25 g di lievito di birra (anche 20 g se volete prolungando di poco i tempi di lievitazione)
250 g di ricotta fresca
2 cucchiai di olio
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiaini di sale

Ho usato l'impastatrice.
Nella ciotola ho versato l'acqua, lo zucchero e il lievito, ho sciolto tutto e fatto riposare per 10 minuti.
Poi con l'impastatrice in funzione ho unito la farina cucchiaio per cucchiaio, e quando l'impasto si presentava piuttosto amalgamato ho unito la ricotta piano piano.
Fate che la ricotta si amalgami bene e poi unite l'olio e il sale.
Lasciate impastare per 5 minuti buoni a velocità sostenuta.
Ponete a lievitare per circa 1 ora - 1 ora e mezza e quando l'impasto ha triplicato il proprio volume, scaravoltatelo sulla carta da forno bene infarinata.
Senza quasi toccarlo dividetelo in due con una spatola in metallo, cercate di dare a ogni pezzo forma tonda senza forzare l'impasto. Infarinate la superficie e coprite con un panno.
Nel frattempo scaldate il forno a 250° con la refrattaria dentro e due pentoline di pirex senza coperchio.

Dopo 30 minuti trasferite le pagnotte con tutta la carta da forno sulla refrattaria e copritele con le pentoline ponendole sopra a cupola.
Fate cuocere 40 minuti coperto e 15 minuti scoperto.










e di seguito i miei vecchi esperimenti....
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 22 giugno 2007



250 g di latte
1 uovo
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino e mezzo di sale
2 cucchiai di olio
250 g di ricotta
200 g di agluten
150 g di mix B
150 g di farmo/coop
15 g di lievito

Ho introdotto gli ingredienti nella macchina del pane: programma impasta e lievita. Al termine ho messo l'impasto in un stampo da plum cake ed ho fatto lievitare altri 40 minuti in forno tiepido.
L'ho spennellato con del latte ed ho aggiunto il sesamo nero e l'ho cotto per 50-60 minuti a 180°.









Pane alla ricotta ed erba cipollina



220 g di acqua
80 g di ricotta
20 g di olio
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
180 g di Farmo senza lattosio
50 g di agluten
70 g di Mix B
10 g di lievito di birra secco
10 steli di erba cipollina

Il procedimento è identico a quello sopra. Ho solo aggiunto l'erba cipollina spezzettata al beep della mdp e poi ho spennellato con l'olio invece che con il latte, senza mettere i semini si sesamo. Morbidissimo anche questo.

Ventaglio con Pasta Brioche Senza Glutine


ho premiscelato 140 g di farmo, 60 g di Pandea, 50 g di agluten (miscela che uso sempre quando voglio fare i panini morbidi al latte e simili)
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 26 aprile 2009


per il lievitino
75 g di farine senza glutine miscelate
70 g di acqua
19 g di lievito liquido o 15 g di lievito di birra in panetti

per l’impasto finale
175 g di farine miscelate
80 - 85 g di acqua (su questo mi soffermo un attimo. Ho ottenuto un panetto finale morbidissimo ed appiccicoso, siccome in questa preparazione l’impasto va steso, si può incontrare qualche difficoltà a maneggiarlo. Io mi sono aiutata con la farina e la carta da forno. Per evitare questo inconveniente diminuite l’acqua portandola tra i 65 - 70 g. Tuttavia se l’impasto volete usarlo semplicemente per fare il Pan Brioche - che non va steso e va lavorato poco - consiglio di usare gli 80 g dati. Se invece siete dotati di pazienza e volete provare, usate 80 g anche per il ventaglio  )
50 g di burro morbido
15 g di zucchero
5 g di sale
1 uovo

per il ripieno
parmigiano grattugiato
prosciutto cotto (come da prontuario AIC)
1 uovo per spennellare


Io per le varie lievitazioni ho usato la macchina del pane.
Ho impastato il lievitino e l’ho fatto lievitare 40 minuti con il programma breve di impasto della mia mdp, altrimenti fatelo lievitare in ciotola coperta in luogo tiepido sempre 40 - 45 minuti.

Unite (sempre nel cestello della macchina) tutti gli altri ingredienti dell’impasto finale, programmate impasta e lievita e fate lavorare la macchina.
Se volete farlo a mano: mescolate tutti gli ingredienti otterrete un impasto appiccicoso (va bene così) fatelo lievitare per 1 ora - 1 ora e mezza in luogo tiepido.
Prelevate l’impasto con le mani leggermente infarinate, lavoratelo un pochino a mano.
Stendetelo in forma di rettangolo su carta da forno infarinando poco il mattarello (evitate la tentazione di aggiungere farina  )
Cospargete di parmigiano tutto il rettangolo e poi disponete il prosciutto solo su due terzi dell’impasto.
Chiudete a pacchetto e praticate i tagli con una forbice infarinata leggermente, poi ruotate ogni pezzetto in modo da avere il ripieno in vista e incurvate poco tutto il rotolo così che sembri un ventaglio.

Pennellate il tutto con un uovo sbattuto e fate lievitare ancora 40 minuti in forno spento, solo con la lucina accesa.

Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 20 - 25 minuti, se dopo i primi 10 minuti la superficie si scurisce troppo coprite con un foglio d’alluminio (a me però non è successo)

la pasta brioche è di una sofficità straordinaria  se vi fidate vi dico che per noi (me e Andrea) è indistinguibile da quella glutinosa

Aggiungo qualche variante: versione mini cornetti salati: patè d'olive alcuni, pecorino e acciughina altri, ho usato la dose d'acqua di 65 g





domenica 20 giugno 2010

Insalata di Barbabietole, Patate e Uova


2 barbabietole medio-piccole fresche (non precotte)
3 patate medio piccole
1 cipolla bianca fresca
3 uova
1 mazzetto di erba cipollina fresca
2 cucchiai di olio
1 cucchiaio di aceto bianco di buona qualità
sale (o fior di sale)

Sbucciare le barbabietole e tagliarle a cubettini, tagliare a spicchi grossi la cipolla, pelare e tagliare a spicchi le patate.
Disporre tutte le verdure nella vaporiera del Microonde (io ho il whirlpool JT), impostare la funzione vapore tempo 10 minuti.
Nel frattempo far rassodare le uova.
Dentro una ciotola versare le verdure e lasciarle freddare, poi aggiungere le uova sode tagliate a rondelle, l’erba cipollina, l’olio, l’aceto e il sale…
Mescolare e riporre in fresco prima di servire.


Semplicissima e buona buona
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 26 maggio 2009

sabato 19 giugno 2010

Arcangelo Corelli

Nel turbinio di ricette... un attimo di pausa... Arcangelo Corelli compositore e violinista italiano dell'età barocca (forse un po' trascurato rispetto ad altri), i suoi Concerti Grossi sono un esempio di bellezza, pulizia e perfezione e questi sono 4 minuti di emozione pura, per altro benissimo eseguiti... se vorrete fermarvi ad ascoltare... sono sicura che vi piacerà...



Io mangio pane (senza glutine of course) e musica, spero che non vi dispiaccia se ogni tanto mi prendo queste libertà...
Buon fine settimana a tutti!

Video-ricetta 2_ La Pizza Senza Glutine

Ecco un altro filmatino, la ricetta con le spiegazioni più dettagliate la trovate qui: Pizza Alta e Croccante Senza Glutine

Video-ricetta 1 _Pane comune senza glutine

Non ci facciamo mancare nulla :)...adesso anche le video-ricette, in collaborazione con gli amici di Chiaroetondo.tv e Cucinainsimpatia.net



il filmato è breve ma può servire a rendersi conto quale consistenza devono avere i nostri impasti per lievitare bene.
Buon sabato a tutti!

Pollo al lime e coriandolo



Ingredienti per due persone

320 g di petto di pollo
3 scalogni
2 lime
rosmarino
timo
zenzero fresco nella quantità desiderata
aceto balsamico
20 ml di olio
coriandolo

Intanto preparate la marinata: spremete il succo di un lime, affettate sottilmente 1 scalogno, grattugiate lo zenzero (mitica microplane). Disponete il pollo dentro una terrina capiente e versateci sopra il succo, poi lo scalogno, lo zenzero e il timo e il rosmarino a ciuffetti. Coprite e lasciate marinare minimo un’ora.
Sgocciolate il pollo dalla marinata ed affettatelo a striscioline sottili.
Scaldate l’olio nel wok e saltateci il pollo cuocendolo a fiamma viva per 10 minuti.
Sgocciolatelo e tenetelo in caldo.
Mettete nel wok gli altri due scalogni tagliati a spicchietti e fateli cuocere per 2 minuti.
Sfumateli con un goccio di aceto balsamico.
Unite anche l’altro lime tagliato a fettine sottili e cuocete sempre 2 minuti circa.
A questo punto unite anche il pollo e insaporite per 1 minuto.
Salate pepate ed aggiungete le bacche di coriandolo.


Ricetta inserita da me su Cis il 23 novembre 2007

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...