mercoledì 31 marzo 2010

Frittata Asparagi e Cipollotti

Una frittata semplice ai sapori della primavera!
E nel contempo vi auguro Buona Pasqua porgendovi un ramo del pesco fiorito che ho in balcone, gioia e orgoglio delle mie qualità di giardiniere, nato da un nocciolo di pesca interrato per pura curiosità… non c’è dubbio che abbia pesantemente influito il fattore C



Frittata Asparagi e Cipollotti
Ricetta da me inserita su Cis il 9 Aprile 2009




Ingredienti
1 mazzetto di asparagi freschi
3 cipollotti
5 uova
1 dito di latte
1 pugno di pecorino grattugiato
1 pugno di pangrattato senza glutine
sale e pepe

Mondate gli asparagi e tagliateli a rondelline lasciando le punte intere. Affettate i cipollotti.
Fate rosolare tutto insieme in padella con poco olio per circa 5 - 6 minuti, salate e pepate.
Aggiungete un po’ di acqua calda, poca eh, circa 1 dito o poco più, coprite, abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 15 - 20 minuti.
Poco prima di spegnere fate asciugare a fiamma viva e padella scoperta l’acqua se residua.
Sbattete le uova unendo il latte, il pecorino, il pangrattato, poco sale e pepe.

Unite a questo composto gli asparagi cotti con i cipollotti e versate tutto in padella, preparando la frittata.

Semplice e buonissima

venerdì 26 marzo 2010

La Pizza di Milena

Questa è la ricetta di una pizza realizzata solo con il Mix b e con l'ausilio del Bimby (si impasta tranquillamente anche a mano).
La ricetta è di Milena (nickname su Cis Pillina), le foto e la realizzazione sono le mie :-) anche perché io non mi fossilizzo di solito sperimento tutto di tutti! ;-)
Realizzazione da me inserita su Cucinainsimpatia il 26 marzo 2008

Pizza senza glutine Bimby
per una teglia tonda da pizza (circa 26 diam.)

150 acqua
mezzo cubetto lievito birra
180 farina schar Mix B
un pizzico di zucchero
20-30 gr. olio evo
10 gr.sale

Mettere nel boccale acqua, olio e zucchero ed impastare vel. 4 per 30 sec. poi aggiungere gli altri ingredienti vel 5/6 per 40 sec. poi 1 min. vel spiga.
Fare un panetto e lasciare lievitare per circa 1 ora poi stendere la pasta con le mani sulla teglia e lasciare rilievitare per un altra ora quindi farcire a piacere. Infornare a 250° per circa 15/20 min.

mercoledì 24 marzo 2010

Linguine senza glutine alla Barba di Frate

Linguine senza glutine alla Barba di Frate
Ricetta da me inserita su Cis il 28 maggio 2008

Ingredienti
370 - 400 g di linguine senza glutine (ottime quelle Bi-Aglut)
300 g di Barba di frate pulita
10 filetti di acciuga sott’olio (corrispondenti a 5 acciughe intere)
1 cipolla
1 aglio
sale

Pulire bene gli agretti. E qui si rischia la crisi isterica…
Scottarli in acqua bollente salata per 10 minuti. Spegnere, scolare e tagliarli grossolanamente con il coltello.
In una padella scaldare l’olio, fare soffriggere l’aglio e la cipolla tritati.
Unire le acciughe e poi la barba di frate.
Fare insaporire qualche minuto sempre mescolando.
Nel frattempo cuocere la pasta al dente, scolarla ed unirla alla barba di frate, facendo saltare tutto in padella e unendo uno o due cucchiai di acqua di cottura della pasta.

martedì 23 marzo 2010

Pizza con "Pizza & Pastry Multimix" Orgran

Allora… stasera avevano voglia di pizza (all’ultimo minuto) e “hanno” mangiato queste, preparate velocemente con il preparato per pizza della Orgran, che non prevede lievitazione, si impasta, si stende e si cuoce.

Una l’ho stesa e cotta subito:



Un’altra l’ho stesa subito e cotta dopo un’ora (è venuta meglio)


Sono state cotte con il fornetto Ferrari che riesce a “bollificare” di tutto

Con una busta di preparato 375 g si ottengono tre palle da 200 g, quindi 3 pizze.

Io l’ho assaggiata… non è malaccio, se si ha fretta e non si hanno quelle surgelate queste fungono benissimo  a patto di cuocerle con un fornetto come Il Ferrari (secondo me)

Con la stessa farina secondo le indicazioni sulla scatola si possono preparare la brisée, la pasta sfoglia e gli scones

lunedì 22 marzo 2010

"Cuor" di Carciofo e due ricette

Ricevo in regalo tanti bellissimi carciofi (25 per l’esattezza), direttamente dai campi della Puglia a casa mia, non ho resistito, li ho puliti tutti tutti e solo ieri ne ho usati 15
Ci ho aggiunto anche una bella toma piemontese (stagionata, la forma fresca è già finita) anche questa “vera vera” direttamente da un caseificio piemontese.

La prima ricetta è una pasta semplice quanto gustosa che prevede l’unione dei carciofi con la ottima toma piemontese stagionata.
Ne approfitto per segnalarvi un buon marchio di pasta che tiene benissimo la cottura e che cura vari formati che generalmente non si trovano senza glutine (tipo i tonnarelli o queste mezze maniche).


Mezze maniche rigate ai carciofi e toma piemontese

Per due persone: circa 160 g di pasta
Ho pulito 5 carciofi medio piccoli, tagliati a fettine e li ho fatti andare con un aglio e olio, dopo la rosolatura ho bagnato con poco vino bianco e poca acqua calda e portati a cottura.
In un altra padella ho cotto 300 g di pomodorini tagliati a dadini con 1 aglio e poco peperoncino.
Ho unito i carciofi ai pomodori e aggiustato di sale.
Ho cotto la pasta, che tiene perfettamente e poi l’ho saltata in padella con del Rodez grattugiato (anche questo viene dalla Puglia) e 100 g di Toma piemontese (stagionata) tagliata a dadini. Di toma potete metterne anche di più, io cerco sempre di limitare i danni onde evitare che la mia bilancia si spaventi!

Il marchio della pasta lo vedete sotto:

Quello che vedete è un formato all’uovo, ma ci sono i formati anche con solo farina di mais e riso e acqua.
______________________________________________________________
La seconda ricetta è un piatto unico buonissimo la ricetta potete trovarla QUI è gustosissima.
Io e Andrea ce ne siamo innamorati


Ho usato quello che avevo in frigorifero e in dispensa: 10 carciofi medio-piccoli, 4 patate medie, pisellini, 6 piccole zucchine romanesche, 1 bella cipolla dorata e 1 aglio
Ho seguito il procedimento di Kiccka uguale uguale (... taglio a piccoli pezzi che faccio sbollentare per qualche minuto in acqua bollente. Scolo, metto in una teglia capace e aggiungo (sempre a pezzetti) abbondanti cipolla, peperoni (possibilmente rossi e gialli per dare colore) ed infine aglio. 
Condisco con olio e sale e passo in forno caldo (io circa 230) e faccio cuocere fino a che non si è è asciugata l'acqua di cottura e la verdura inizia ad essere un pò croccantina. 15 minuti prima di togliere dal forno aggiungo la ricotta, striscioline di prosciutto cotto e formaggio grana...), alla fine non avevo ricotta e ho messo una mozzarella tagliata a dadini e del prosciutto già a dadini (ovviamente consentito dal prontuario Aic)
Davvero buono buono buono  questa finisce sul mio quadernetto di ricette da fare e rifare

Cara Linda puoi essere orgogliosa della fine che ho fatto fare ai tuoi carciofi

Grazie!

Pizza senza glutine con "Pane di Anna"

L'ho preparata con La farina del Pane di Anna per pizza - senza latte, un pacchettino da 250g ricevuto in regalo...
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 22 marzo 2008

Ho seguito le indicazioni sulla busta (di lievito di birra ho usato quello secco, 4 g per 250 g di farina): quindi mi è venuto un impasto non lavorabile con le mani che ho steso con il dorso di un cucchiaio inumidito nell'olio e nell'acqua.
Coperto con un foglio di carta da forno e infilato in forno tiepido per 30 minuti.
Poi ho condito e fatto cuocere circa 25 minuti a 230°


E' venuta buonina, impasto lievitato e leggero! Leggero retrogusto...
E questo retrogusto è quello che sento anche nella loro farina per pane...

Orate al Forno alla maniera di Veronica

La ricetta è di Veronika di Cis, io l’ho solo realizzata, preparazione light ;-)


Orate al Forno alla maniera di Veronica
Inserita da me su Cis il 22 marzo 2007


2 orate da circa 300 g ciascuna
patate (5 piccoline)
aglio, prezzemolo, sale
pomodorini pachino


Tagliare con la mandolina le patate a fette sottilissime… preparare un foglio di carta da forno e fare uno strato di patate, metterci sopra l’orata un trito di aglio e prezzemolo sale e pepe e ricoprire con altre patate, finire con dei pomodorini tagliati a spicchi. Preparare così anche l’altra e chiudere a cartoccio. Cuocere a 180-200° per 20- 30 m dipende dalla dimensione dei pesci. L’olio mettetelo a crudo quando il pesce sarà cotto…

sabato 20 marzo 2010

Preparato per Torta Margherita "Easyglut"

Me lo hanno regalato e l’ho provato qualche giorno fa, sinceramente ero scettica e invece la torta viene davvero buonissima
foto da http://www.ciao.it/

Al preparato secco si aggiungono 125 g di burro, 3 uova e 30 ml di latte, io ho modificato leggermente queste proporzioni.
Ho lasciato invariato il burro, ho messo due uova e aggiunto più latte… alla fine ho unito anche le goccine di cioccolato.
Ho solo questa foto... quando si ha fretta risulta comodo e buono...

mercoledì 17 marzo 2010

Crocchette di Pollo con Piselli



Crocchette di pollo con piselli
Ricetta da me inserita su Cis il 24 febbraio 2007

2 petti di pollo del peso di 600 g
150 g di piselli
2 cipollotti
0.5 dl di latte
1 mazzetto di basilico
1,3 dl di panna
2 uova
40 g di pangrattato senza glutine
olio per friggere
sale e pepe

Dividete il pollo in pezzi e passatelo nel mixer con il latte e un pizzico di sale e di pepe, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, fatelo riposare in frigorifero almeno 1 ora. Nel frattempo pulite i cipollotti, tritateli e fateli appassire in padella con 2 cucchiai d’olio. unite i piselli fateli rosolare insaporite con sale e pepe, aggiungete qualche cucchaio d’acqua e fate cuocere per 10 m. Incorporate al composto di pollo il basilico tritato, i piselli, la panna e rimettete il composto in frigo per altri 15 m. almeno. Trascorso il tempo prendete dal composto tante polpettine e passatele prima nelle uova sbattute e poi nel pangrattato e friggetele in olio caldo.
Io ho preparato il composto la mattina e le ho fritte di sera

Spaghetti al Sugo di Calamari

Ricetta trovata sul ricettario Bimby (il libro del pesce) che prevede l'uso delle linguine, ma le linguine gf non le avevo trovate e ho sostituito con gli spaghetti




Spaghetti ai Calamari


350 g di spaghetti per celiaci
300 g di calamari
400 g di pomodori pelati
2 spicchi d'aglio
50 g di olio d'oliva
30 g di capperi
8 olive bianche snocciolate (non le avevo non le ho messe)
prezzemolo, sale e pepe q.b.


Affettate a striscioline i calamari. Tritate ne boccale aglio e prezzemolo 20 sec. vel 6, versare l'olio e soffriggere per 3 min. a 100° vel.1 Unire i capperi, le olive, i calamari e cuocere per 3 m. 100° vel.1 Infine aggiungere i pomodori pelati, il sale e il peperoncino 25 m. 100° vel.1 Condire con questo sugo gli spaghetti e guarnire con prezzemolo fresco tritato.
Sono ottimi!

martedì 16 marzo 2010

Carne alla Pizzaiola con Patate

Questo è uno dei primi piatti che mia madre mi ha insegnato a cucinare. E poichè è diffusissimo non ho mai pensato di inserire la ricetta.
In effetti ce ne sono tante versioni, chi fa soffriggere la carne, chi ci mette il formaggio sopra… la mia è con le patate…
Viene sempre ottima



Carne alla pizzaiola con patate
Ricetta da me inserita su Cis il 14 settembre 2008

per 3 persone (abbondante)

350 - 380 g di carne (preferire un taglio magro tipo la carne che si usa per le cotolette, solo pochino più spessa. Io ho usato una sotto fesa)
3 pomodori medi
3 patate medie
1 aglio
4 cucchiai di olio
sale
origano

Sbollentare i pomodori e privarli della pelle, tagliarli a metà, togliere i semini e l’acqua di vegetazione e tagliare a cubetti.
Pelare le patate e tagliarle a fette non troppo sottili.
Scaldare 3 cucchiai di olio in padella unire l’aglio farlo rosolare e poi unire i pomodori, farli soffriggere a fiamma medio bassa per un paio di minuti.

Disporre le patate a fette sopra i pomodori e fare uno strato, salarle pochino.
Subito sopra le patate adagiare la carne, salare, unire origano abbondante ed 1 cucchiaio di olio.
Unire un dito di acqua calda.

Coprire con il coperchio e far cuocere circa mezz’oretta a fiamma medio-bassa.
Quando è quasi pronta, mescolare insieme carne e patate, anche se le patate si rompono un po’ non fa niente, anzi…
Vi assicuro che la carne rimane morbida e saporita, per niente stoppacciosa (anche se dalla foto in alto sembra il contrario :-P).

domenica 14 marzo 2010

Cotolette di Pollo al Forno Senza Glutine

Non è niente di speciale, ma le preparo spesso sono saporite e molto leggere… questa è la classica ricetta della “mamma”, le mangio così fin da bambina
Vado ad occhio di solito, proverò ad orientarvi


Cotolette di pollo al forno senza glutine
Ricetta da me inserita su Cis il 14 ottobre 2007

Ingredienti
600 g circa di petto di pollo a fettine
il succo di mezzo limone
pangrattato senza glutine
aromi freschi o secchi misti
olio, sale

Faccio così: emulsiono il succo di limone con un po’ d’olio e aggiungo gli aromi freschi (timo, salvia, rosmarino tritati finissimi) o quelli secchi, vi bagno il pollo e poi lo impano. Adagio le fettine dentro la pirofila e aggiungo ancora un filo d’olio ed un pizzico di sale…. metto a cuocere in forno a 230° fino a quando non è dorato, ma attenzione non lasciatelo scurire troppo perchè altrimenti diventa secco.
Vi assicuro che è buonissimo

Pane Toscano del Riciclo

Lo faccio spesso questo pane così posso smaltire il lievito madre senza glutine senza difficoltà. Vi consiglio di usarlo rinfrescato da poco tipo due o tre giorni non più vecchio altrimenti lievita più difficilmente
Il sale non ci andrebbe, ma io l’ho aggiunto lo stesso :P

Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 18 luglio 2009

Ho dimezzato le dosi: 250 g di Mix Di Farine Dietoterapeutiche Per Pane E Focacce, 250 g di Lievito Madre Delle Simili Senza Glutine, 210 g di acqua e sale

Impasto con le frustine a spirale, formatura della pagnotta su piano infarinato, lievitazione (1 sola) di circa 5 - 6 ore, ma dipende anche da quanto è attivo il vostro lievito madre, potrebbero bastare 4 ore e cottura

Spennellato con pochissimo olio e cotto su pietra refrattaria da forno ben arroventata a 250°
Viene una bellissima crosta scrocchiarella e l’interno morbido e saporito.

sabato 13 marzo 2010

Quiche con Salmone e Verdure

La ricetta proviene dal ricettario Schar... attenzione che la pasta da loro proposta tende a rompersi in fase di stesura...


Quiche Gluten Free con Salmone e Verdure
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il13 Maggio 2007

per l'impasto:
150 g di Mix B Schaer (io ho usato il mix per celiaci per torte salate)
100 g di farina di grano saraceno
1 uovo grande
125 g di burro
1 presa di sale

per il ripieno:
200 g di verdure a piacere (io ho scelto gli spinaci, ma sarebbero ottimi i broccoli)
200 g di salmone al naturale (ho scelto quello Rio mare)
200 ml di panna
3 uova
2 cucchiai di succo di limone
sale e pepe

Preparare l'impasto e riporre la palla in frigo a riposare per un'ora. Nel frattempo stufare gli spinaci in padella con un filo d'olio e un aglio. Stendere l'impasto (vi consiglio di farlo su un foglio di carta da forno) dentro una teglia, farcire con il salmone tagliato a pezzetti e gli spinaci. Mescolare la panna con le uova, il limone sale e pepe e versare sul salmone e gli spinaci. Cuocere a 200° per 40-50 m circa

venerdì 12 marzo 2010

Pane senza glutine con Farina Agluten

Lo vedete a puntini neri perché ricordo che avevo tentato di colorarlo accendendo il grill... non fu una buona idea, si stava carbonizzando! :-P


Pane senza glutine con Farina Agluten
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 9 gennaio 2007

500 g. di farina agluten per pane e pizza
450-500 g. di acqua tiepida
4 cucchiai di olio d'oliva
1 cubetto di lievito
5 g. di sale
1 cucchiaino di zucchero

Mescolate il sale e la farina, sciogliete il lievito nell'acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero, quando il composto avrà fatto la schiumetta, aggiungetelo alla farina ed iniziate ad impastare con un frullino elettrico (l'impasto è molle) infine aggiungete l'olio ed impastate ancora. Disponete un foglio di alluminio ed infarinatelo abbondantemente, infarinatevi le mani, prendete una parte dell'impasto adagiatelo sul foglio d'alluminio e dategli la forma che preferite, e poi disponetelo sulla teglia rivestita di carta da forno (procedimento indispensabile perchè altrimenti l'impasto vi resta tutto attaccato alle mani  ). Mettete il tutto a lievitare per un'ora (meglio se nel forno tiepido). Poi cuocete per 40 m a 220°.

Si potrebbe aggiungere un cucchiaio di aceto bianco che conferisce al pane il sapore particolare che questi ha quando viene realizzato con il lievito madre o pasta acida (lo proverò la prossima volta).


Non sono purtroppo riuscita a fare una foto decente della fetta, spero che l'interno si riesca a vedere.

E la prova con l'aceto bianco nell'impasto...


Pagnotta senza glutine
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 12 marzo 2007

600 g di farina agluten per pane
560 g di acqua tiepida
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
15 g di lievito fresco


Versare l'acqua, l'aceto, il sale, lo zucchero, la farina e per ultimo il lievito nel cestello della macchina del pane. Impostare il programma impasta e lievita e lasciar lavorare la macchina (se non avete la macchina del pane usate una impastatrice e ponete l'impasto a lievitare in luogo tiepido per 1 h circa). Quando la macchina ha finito versare l'impasto in una teglia rotonda coperta da carta da forno leggermente inumidita e lisciatene la superficie con una spatola bagnata d'acqua. Mettete a lievitare per circa 35 m. in luogo tiepido. Trascorso questo tempo spennellate la pagnotta con una emulsione di acqua e olio e fate cuocere a 200° per 50 m. circa.


Questo pane è buonissimo, molto morbido  e l'aggiunta dell'aceto gli conferisce il sapore che ha il pane comune preparato con il lievito madre.

Crackers delle Simili senza glutine



Crackers delle Simili senza glutine
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 10 marzo 2009

Ingredienti
300 g di Lievito madre delle Simili senza glutine
55 g di burro morbido
30 g di strutto
150 g di Mix B
100 g di Mix it! DS
125 g di acqua tiepida (potrebbe volercene qualche grammo in più dipende da quanto è asciutto il LM)
2 cucchiaini di sale

Impastate insieme tutti gli ingredienti, dovete ottenere una palla morbida.
Io ho cominciato con le fruste a spirale poi ho continuato a mano, infarinando un poco per evitare che si attaccasse alle mani.
Ho messo a lievitare per 4 ore… deve gonfiarsi un pochino, quindi non aspettatevi grandi lievitazioni, è normale così




Adesso arriva il bello, stendere l’impasto
Intanto scaldare il forno su 190°
Io ho scelto di non metterci neppure un filo di farina per stendere.
Ho fatto così: ho preso delle porzioni di impasto, l’ho messo tra due fogli di carta da forno e steso sottile sottile (quanto più potete), poi bucherellate la sfoglia e ritagliate, spennellate con un poco d’olio, cospargete con quello che vi piace (io ho messo semini misti, paprika piccante, peperoncino) e mettete il foglio di carta da forno con la sfoglia così come si trova, nella teglia (come da foto più su).

Fate cuocere per circa 10 minuti, controllate sempre e tenete presente che difficilmente la cottura sarà uniforme, ma anche dove restano bianchicci saranno croccanti.



E' un po’ lungo prepararli ma ne vale la pena sono davvero buonissimi.
Mi raccomando (per questa preparazione) evitate di cambiare le farine date in ricetta

lunedì 8 marzo 2010

Pane alle Noci/Pane alle Olive

Quando sperimentavo solo con la farina Agluten per pane...
Al solito... la ricette sono vecchie (il pane era buono potete provarlo anche secondo le indicazioni che vedete), e spero che possano offrirvi qualche spunto in più ;-)


Pane alle Noci
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 28 febbraio 2007


420 g di farina Agluten
200 ml di acqua
180 ml di latte
1 cubetto di lievito fresco
30 ml di olio
1 albume
80 g di noci
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero

Riunire gli ingredienti dentro la macchina del pane: prima i liquidi e poi la farina ed il lievito, al beep della macchina aggiungere le noci. Impostare il programma che impasta e lievita, ma non cuoce. Alla fine della lievitazione, versare il composto in uno stampo da plum cake con la carta da forno e fare sulla superficie un taglio a croce. Fare lievitare in forno acceso a 37° per circa 2 ore. Trascorso questo tempo spennellare il pane con l'olio e cuocere a 200° per 45 m. circa, avendo l'accortezza di mettere dentro il forno una ciotola termoresistente colma di acqua (serve a mantenere l'umidità dentro al forno, così si crea una bella crosticina).
Questo è l'impasto dentro la macchina

l'interno del pane saporito e morbidissimo!















Pane alle olive senza glutine
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia l'8 marzo 2007

420 g di farina agluten per pane
380 g di acqua tiepida
20 g di olio
150 g di olive nere denocciolate
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
16 g di lievito fresco

Inserite nella macchina del pane tutti gli ingredienti (tranne le olive) prima quelli liquidi e poi gli altri per ultimo il lievito. Impostare il programma impasta e lievita, non appena la macchina comincia ad impastare aggiungere le olive (io le ho messe intere, ma si possono anche tritare). Lasciare lavorare la macchina (Se non avete la macchina del pane, potete usare una semplice impastatrice). Al termine versare il composto dentro uno stampo da plumcake ricoperto da carta da forno leggermente inumidita e fare nuovamente lievitare per 1 ora circa in forno tiepido (37° circa). Spennellate il pane con l'olio e fate cuocere a 200° per 40 m. con la ciotolina termoresistente colma d'acqua.

Buono e con lo stesso impasto base si possono usare al posto delle olive dei pomodori secchi sott'olio.



domenica 7 marzo 2010

Pizza Senza Glutine del Ceccherini

Ed ecco anche la pizza con la ricetta del Ceccherini, buona! E si usa solo una farina: il Mix B Schar
La ricetta potete trovarla QUI, ma al solito la riporto anche qui per comodità...



Al solito lascio parlare lui che è dettagliatissimo...

Acqua 300 ml-Sale 1 cucchiaino
Farina Schaer MIX B 390 g.
Lievito di birra 1/3 abbondante (Quello della casa LIEVITALIA, si chiama LIEVITAL)
Zucchero 1 cucchiaino
Programma numero 8 "IMPASTO” è il programma che c'è già installato sulla macchina ALICE. Sul display DEVE APPARIRE “8 - 1:30” COSI’ COME FIGURATO QUI!!! (1:30 è LA DURATA)



INDICAZIONI DA SEGUIRE ALLA LETTERA COME PROCEDURA VALIDA PER LA RICETTA DELLA PIZZA: FAI ESATTAMENTE COME TI SCRIVO QUI!!


Quando compri la macchina, insieme in dotazione, ti viene dato un BICCHIERE in plastica, con la MISURAZIONE IN "ml"quindi sopra nelle ricette, troverai scritto le misurazioni in "ml" e un CUCCHIAIO in plastica con due forme, una più LARGA, che quella si intende come CUCCHIAIO è una più STRETTA, che quella si intende come CUCCHIAINO, quindi nelle ricette sopra indicate, troverai scritto CUCCHIAIO E CUCCHIAINO e sai già quale devi usare.Allora, gli INGREDIENTI delle RICETTE le devi buttare dentro il contenitore della macchina ALICE nel seguente ordine di SCALETTA come sono state ELENCATE sopra, rispettando i DOSAGGI ASSEGNATI ad ognuno.Quando arriverai a buttare la FARINA nel contenitore della macchina ALICE ti verrà la forma di una montagnina, a questo punto con un DITO, fai un BUCHINO un po’ PROFONDO nel centro, sopra la FARINA facendo attenzione a non oltrepassare fino in fondo, successivamente prendi il LIEVITO e usando il dosaggio riportato come indicato sulle RICETTE, se c'è scritto 1/3 ABBONDANTE prenderai 1/3 ABBONDANTE e lo dividi a metà, la prima metà la prendi e con le dita la devi SBRICIOLARE nel BUCHINO (CIOE’ FARE A PEZZETTINI IL LIEVITO) una volta che hai buttato la prima metà di LIEVITO SBRICIOLANDOLO, ci butti SEMPRE DENTRO IL BUCHINO e quindi SOPRA IL LIEVITO, 1 CUCCHIAINO DI ZUCCHERO, poi prendi l'altra metà che ti è rimasta e sempre SBRICIOLANDOLA CON LE DITA la butti dentro il BUCHINO SOPRA LO ZUCCHERO, a questo punto fai PARTIRE LA MACCHINA PREMENDO IL TASTO "AVVIO" partirà con l'impasto. Subito dopo che è partito l'impasto,quando vedi che si è iniziato a COAUGULARE, ti rimarrà attaccato alla parete del RECIPIENTE un po’ di pasta, te che fai, ALZANDO IL COPERCHIO DELLA MACCHINA, con una SPATOLINA DI PLASTICA, ALTRIMENTI SI GRAFFIANO LE PARETI INTERNE ANTI ADERENTI, la stacchi è successivamente butti altri 40 o50 ml di acqua, POI CHIUDI IL COPERCHIO, a questo punto la MACCHINA LA DEVI LASCIARE LAVORARE.Durante la LAVORAZIONE emetterà dei SUONI, ma è NORMALE NON PREOCCUPATEVI, MI RACCOMANDO, NON APRITE MAI IL COPERCHIO DELLA MACCHINA DURANTE LA LAVORAZIONE fino a quando non ha FINITO TUTTO IL CICLO DI LAVORAZIONE, la durata è quella che c'è scritta sul DISPLAY 1:30 (1 ORA e 30 MINUTI).Al termine del programma del ciclo di lavorazione, lascia l’impasto nel cestello SENZA APRIRE IL COPERCHIO DELLA MACCHINA,lasciando che l’impasto lieviti, fino a raggiungere il coperchio.A questo punto metti della farina sul tavolo di lavoro, togli l’impasto dal cestello aiutandoti con una spatolina di plastica in modo che non rovini il rivestimento antiaderente e lo metti sul piano infarinato. Qui lo impasti a mano aggiungendo la farina fino a che tutte le superfici dell’impasto attaccando con la farina aggiunta, non rimangano più appiccicose.NON aggiunete troppa farina,il giusto per rendere l'impasto liscio.Dividi l’impasto in 2 panetti e li lasci riposare 2 ore in un recipiente coprendoli con un foglio alimentare di alluminio è sopra ci metti una coperta.Poi li reimpasti e allarghi a mano la pasta (modello pizzaiolo)schiacciando il panetto con il palmo della mano allargandolo,girando di volta in volta l’impasto stendendolo, poi posandola sempre sul tavolo ti aiuti con i polpastrelli delle dita facendola diventare fine.Condisci a piacere e inforni quando raggiunge I GRADI nella parte PIU BASSA del forno al MASSIMO DELLA POTENZA per 15-20 minuti circa fino a che non vedi che si colorisce.Quando è finita la cottura,buttate sopra la pizza un po’ d’olio d’oliva a crudo.La PIZZA è pronta… BUON APPETITO….!!!


E la fetta



giovedì 4 marzo 2010

Focaccia Patate e Fontina

Ci vogliono 500 g di pasta per pizza o focaccia, io allora avevo scelto la pasta per focaccia, più morbida e idonea per questa preparazione oppure potete usare una ricetta per pizza alta...
E' inutile che vi dica che è golosissima!


Focaccia patate e fontina
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 4 marzo 2007

Io avevo preparato la pasta per focaccia con metà dose di questa ricetta Focaccia Genovese Senza Glutine
4 patate medie
200 g di fontina
olio d'oliva
origano
sale e pepe

Preparate la pasta per pizza o focaccia, travasate l'impasto dalla macchina del pane dentro una teglia tipo quella delle lasagne e fatela lievitare ancora circa 1 h dentro il forno tiepido. Nel frattempo pelate le patate tagliatele a spicchi e buttatele in acqua bollente salata per 3 minuti dalla ripresa del bollore. Prendete la teglia con l'impasto lievitato metteteci sopra la fontina a dadini, le patate un filo d'olio, sale pepe e dell'origano. Cuocete per 20 m. a 220°.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...