martedì 5 ottobre 2010

Coniglio in umido

coniglio in umido
Io abito in un piccolo paese dove ancora ci sono le signore/i che allevano i conigli per conto proprio e non di rado capita che qualcuno di loro ne abbia da vendere o, meglio ancora, da regalare (magari in cambio di un favore ricevuto o solo per amicizia). Quindi appena mi capita di averne uno sotto mano me lo cucino in questo modo…proprio come mi ha insegnato la mamma…

Ingredienti:
1 coniglio
battuto di odori (prezzemolo,aglio,cipolla,rosmarino,salvia,sedano,carota)
1 pomodoro maturo oppure un po di concentrato
vino per sfumare
olio,sale e pepe

Preparazione:
Lavare e tagliare a pezzetti il coniglio.In un tegame fargli fare l'acqua e poi buttarla ,aggiungere l'olio il sale e il pepe e farlo rosolare un po.Nel frattempo fare il battuto con tutti gli odori e appena il coniglio e' colorito aggiungerli e far insaporire il tutto a fuoco basso poi alzare la fiamma e quando l'olio inizia a fare la bollicine sfumare con il vino.A questo punto mettere il pomodoro e continuare la cottura a fuoco lento aggiungendo acqua bollente se si asciuga troppo. Più lunga sarà la cottura più  tenero risulterà.

piccola furbizia: se abbonderete con il battuto di odori otterrete un ottimo sughetto per condire la pastasciutta ;)

7 commenti:

Felix ha detto...

Buono!!! Sai che io così non l'ho mai fatto? Al forno sì, in agrodolce pure... ma così gustoso e semplice in tegame no...

'Azie :-)

La Gaia Celiaca ha detto...

lo faccio anch'io così, con o senza il pomodoro. e con odori molto ma molto abbondanti.
ma quant'è buono???

accantoalcamino ha detto...

Capita a "fagiuolo" questa ricettina...ieri ho comperato il coniglio, si lo so, non è la stessa cosa ma..meglio di niente :-(

Cappera ha detto...

@ Olga, la prossima volta che venite da me ve lo preparo, sono sicura che Andrea gli farà "la festa" (al coniglio) :)))

@ Gaia, io lo adoro quando, dopo una lunga e dolce cottura, le sue carni diventano tenere, tenere...mmmhhh!

@ Libera, a proposito di "fagiuolo" sai che, quasi a fine cottura, potresti mettere,nel medesimo tegame, i fagioli cannellini? ottenendo così anche un gustoso contorno?...e non parliamo poi delle patate tagliate a spicchi, leggermente fritte e rifatte nel sughetto...oh mammina!!! ora basta che mi piglia fame a quest'ora.
Grazie!

accantoalcamino ha detto...

mmmmmmmmmmmmmmmmm, mi hai dato un'idea, le patate le metto già, questa volta il cannellino ci starebbe "a fagiuolo" :-D Ciao..

accantoalcamino ha detto...

Appena stampata la ricetta stasera sarai ospite "invisibile" a cena...ho visto quante ricettine avete sfornato, dovrò aggiornarmi, serena giornata :-)

Cappera ha detto...

sono onorata di essere tua ospite virtuale...anche se avrei preferito esserci in carne ed ossa (a dir la verità io di ossa poche...viro sulla ciccia) =))

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...